Campomaggiore: Il borgo fantasma con case colorate immerso nella natura

Francesco Centorrino

Prima di leggere questo articolo ti proponiamo alcuni articoli interessanti scelti da noi relativi alla BASILICATA e alla LUCANIA.

Alla scoperta di Campomaggiore

Immerso nel verde, Campomaggiore è un piccolo borgo fantasma che custodisce la storia unica dell’Italia. Qui, un grappolo di case colorate si ergono, ognuna con la propria storia e il proprio fascino.

Soggiornare a Campomaggiore significa vivere un’esperienza fuori dal comune, tra le bellezze di un borgo sospeso nel tempo. Qui il profumo della storia si respira in ogni angolo: dalle stradine lastricate alle mura antiche, dalle torri medioevali alle chiese storiche.

Eppure, nonostante la sua atmosfera unica, Campomaggiore non è solo storia. Grazie alla sua posizione privilegiata, immersa nella natura incontaminata, offre anche la possibilità di escursioni in montagna, passeggiate rigeneranti e momenti di relax immersi nella natura.

In questo piccolo borgo, la vita scorre ancora lentamente, come se il tempo si fosse fermato. Soggiornando qui, avrai la sensazione di vivere in un’altra epoca, in cui la semplicità e la natura erano le uniche cose che contavano.

Vieni a scoprire la bellezza di Campomaggiore e concediti una pausa dallo stress della vita moderna. Qui, la storia e la natura si fondono in un’esperienza unica e indimenticabile.

Campomaggiore
Campomaggiore

Visita il paese fantasma di Campomaggiore

Tra i borghi della Basilicata, Campomaggiore si distingue per la presenza di Campomaggiore Vecchio, una città ideale fondata nel 1741 dalla famiglia Rendina. Questo luogo rappresentava un sogno utopico basato su criteri innovativi per l’epoca, che non riuscì mai a concretizzarsi a causa di una frana.

Oggi, Camminare tra i resti di Campomaggiore Vecchio significa immergersi in una storia unica e affascinante. Il Palazzo Baronale si affaccia sui resti della Piazza dei Voti, mentre la chiesa della Madonna del Carmelo e le mura delle case raccontano di un passato glorioso che non si è mai completamente estinto.

Il Casino della Contessa, un edificio di grande fascino e mistero, rappresenta uno dei simboli di Campomaggiore Vecchio. Qui, la contessa Rendina organizzava sfarzose feste, circondata dalla bellezza di questo luogo unico e dal fascino della natura circostante.

Ogni angolo di Campomaggiore Vecchio rappresenta una testimonianza della storia e dell’architettura di questo luogo unico. Camminare tra le sue strade significa rivivere un passato lontano, immersi in un’atmosfera suggestiva e carica di emozioni.

Campomaggiore Vecchio rappresenta un’esperienza unica e imperdibile per chi vuole scoprire la storia e l’architettura della Basilicata. Vieni a scoprire questo luogo affascinante e lasciati incantare dalla sua bellezza senza tempo.

Campomaggiore vecchio
Campomaggiore vecchio

Sapori unici

I piaceri culinari di Campomaggiore sono la scoperta che tutti i visitatori devono fare. I sapori della terra e delle montagne rendono unici i piatti di questo borgo. Salumi, formaggi, pasta fatta in casa, peperoni cruschi e insaccati sono solo alcuni dei sapori che potrete assaporare durante il vostro soggiorno. La Fattoria del Conte, un rustico agriturismo, è il luogo perfetto dove gustare la vera cucina lucana, come la pasta con ricotta e peperoni cruschi.

Se invece volete acquistare i salumi tipici locali, vi suggeriamo di fare una visita alla storica macelleria La boutique della carne di Luciano Loguercio, dove potrete trovare prelibatezze come il salame dolce e piccante, la soppressata, la lonza, il nocino, il capicollo, il pezzente, la pancetta e molte altre delizie. Lasciatevi conquistare dai sapori autentici della cucina lucana a Campomaggiore.

La cucina di Campomaggiore non si limita alle classiche ricette lucane, ma offre anche piatti unici che raccontano la storia del borgo e delle sue tradizioni culinarie. Tra i primi piatti più famosi si trovano le “manate”, una pasta condita con sugo pezzente e mollica, arricchita con salsiccia aromatizzata all’aglio e finocchio. Tra i secondi, da non perdere ci sono il “cutturidd”, una deliziosa pietanza a base di pecora bollita con patate, sedano, cipolla e pomodoro, e l'”arfanét”, una prelibata frittata arricchita con radice di rafano che ne esalta il sapore.

Leggi anche Cosa mangiare a Campomaggiore?

Il parco della scultura

All’ingresso del paese di Campomaggiore si può ammirare una esposizione permanente di sculture che rendono ancora più unico e affascinante il borgo lucano. Queste opere d’arte sono il risultato del Simposio biennale di scultura, un evento che si tiene regolarmente a Campomaggiore e che vede la partecipazione di artisti italiani e stranieri impegnati nella creazione di opere d’arte scolpite.

Le sculture, realizzate con grande maestria, sono state collocate sia nel centro storico abbandonato che nella nuova parte del paese, creando un suggestivo percorso artistico che merita di essere scoperto e ammirato.

L’antico Frantoio Di Perna

L’olio di Campomaggiore è conosciuto in tutta Italia per la sua qualità artigianale. Per scoprire tutti i segreti di questo prodotto rinomato, non c’è posto migliore dell’Antico Frantoio Di Perna, una delle aziende più famose del territorio. Qui è possibile effettuare tour guidati che vi porteranno alla scoperta dell’intera filiera produttiva dell’olio, concludendo con una gustosa degustazione.

Ma non solo: presso l’Antico Frantoio Di Perna potrete acquistare anche splendide bottiglie in ceramica artigianale, un perfetto souvenir per portare a casa un po’ di Campomaggiore.

Il racconto della città dell’Utopia

Il sogno del conte Rendina non è completamente svanito nonostante la frana che ha cancellato gran parte del sito antico. Oggi il borgo è diventato una sorta di museo all’aperto, dove si possono ammirare installazioni artistiche e scenografiche che valorizzano la cultura materiale e immateriale della comunità.

Le opere sono disseminate in vari luoghi diroccati e sono progettate per rappresentare simbolicamente aspetti importanti dell’economia del vecchio borgo. Ad esempio, la clessidra simboleggia l’origine e il declino del borgo, mentre il grano, la vite, l’ulivo e il fico rappresentano i pilastri dell’economia del luogo.

La passeggiata letteraria è un’esperienza emozionante, che combina musica e narrazione con illuminazione artistica notturna e audioguide. Questo percorso suggestivo permette di immergersi nella storia e nella cultura di questo luogo unico.

Dolomiti Discovery

Se siete amanti dell’avventura, Dolomiti Discovery offre l’opportunità di esplorare la meravigliosa area di Campomaggiore e dei suoi paesi limitrofi a bordo di quad. Questa impresa comincia dal vicino Castelmezzano, dove i partecipanti saranno accompagnati attraverso la natura selvaggia caratterizzata da guglie, rocce, sentieri e strade sterrate tipici delle piccole Dolomiti Lucane.

I percorsi disponibili sono tre: il giro base della durata di un’ora e mezza, l’escursione di quattro ore che comprende anche una degustazione di prodotti tipici locali e l’uscita con trekking incluso per scoprire la “Grande Quercia”. Anche i guidatori non esperti possono partecipare a questo tour guidato, che rappresenta un’esperienza unica per godersi la bellezza della natura in modo diverso e coinvolgente.

Campomaggiore nuovo

Sebbene meno pittoresco del borgo antico, Campomaggiore Nuovo merita comunque di essere visitato. I costruttori hanno deciso di seguire il modello ortogonale del centro storico, creando un susseguirsi di case colorate allineate lungo suggestive strade a scacchiera. Impossibile resistere alla tentazione di scattare numerose foto ricordo davanti ai muri multicolori che adornano il centro del paese.

Uno scorcio del paese nuovo
Uno scorcio del paese nuovo

Le piccole dolomite Lucane

Campomaggiore, incantevole borgo lucano, offre numerose opportunità per gli amanti della natura e degli sport all’aria aperta. In particolare, rappresenta una base ideale per esplorare il Parco Regionale di Gallipoli Cognato e Piccole Dolomiti Lucane, un vero e proprio paradiso naturale con boschi fitti e imponenti pareti rocciose.

Le escursioni a piedi, in mountain bike o a cavallo sono solo alcune delle attività che potete svolgere all’interno del parco. Grazie alla presenza di una vasta rete di sentieri, sia esperti escursionisti che principianti possono godere di panorami mozzafiato e scoprire la flora e la fauna della zona.

Non lontano da Campomaggiore si trova inoltre Castelmezzano, una meta molto amata dai climbers europei grazie al suo famoso sito di arrampicata. Approfittate dell’occasione per mettere alla prova la vostra abilità su pareti rocciose di varia difficoltà.

Insomma, se cercate una destinazione che unisca la bellezza del patrimonio storico-artistico alla natura incontaminata, Campomaggiore è il luogo ideale per trascorrere una vacanza all’insegna del relax e dell’avventura.

Lascia un commento