Anzi: il paesino immutato nel tempo

Francesco Centorrino

anzi

Prima di leggere questo articolo ti proponiamo alcuni articoli interessanti scelti da noi relativi alla BASILICATA e alla LUCANIA.

Il borgo lucano di Anzi

Situato nella provincia di Potenza, Anzi è uno dei borghi più affascinanti della zona. La sua posizione, arroccato a 1.000 metri su di un maestoso sperone roccioso, lo rende unico e circondato dalla bellezza del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val D’Agri Lagonegrese. Il borgo è noto per le case addossate l’una all’altra, che creano un’atmosfera incantevole.

Anzi è un villaggio che sembra essere rimasto immutato nel tempo, dove l’autenticità è la parola d’ordine. Il suo fascino è irresistibile, e le sue strade strette e tortuose conducono a piccole piazzette affascinanti. Qui, il tempo sembra essersi fermato, e i visitatori possono godere della tranquillità e della pace della vita rurale.

anzi
Il borgo di Anzi

La passeggiata alla scoperta del borgo

Il borgo di Anzi offre molte opportunità di scoperta per i visitatori. Una delle prime cose da fare è una passeggiata tra le vie del borgo antico, caratterizzato da una serie di stradine in pendenza che conducono alla sommità, dove si possono ammirare i resti del castello costruito nel 1091.

Il centro storico è affascinante e pittoresco, con una serie di edifici interessanti come chiese e palazzi, tra cui Palazzo la Fenice, noto anche come Palazzo Fittipaldi o Zampaglione. Vale la pena raggiungere il punto più alto del paese per godere della vista panoramica sui tetti medievali del borgo e sulla vallata circostante, con il suggestivo Lago di Camastra.

Visita il planetario astronomico di Anzi

Arrivare fino alla vetta del Monte Siri, che sovrasta Anzi, è un’esperienza che vale sicuramente la pena, soprattutto per scoprire l’affascinante Planetario Osservatorio Astronomico, considerato il centro più importante d’Italia per la divulgazione astronomica. Il planetario è particolarmente apprezzato per le attività didattiche e per gli eventi che organizza durante tutto l’anno, come le osservazioni della luna e delle stelle attraverso il potente telescopio del centro.

L’esperienza di assistere a questi eventi sotto la grande cupola di 12 metri di diametro è davvero unica, permettendo di ammirare circa 45.000 stelle. Il centro è stato progettato per far avvicinare grandi e piccini alla conoscenza dell’universo in modo coinvolgente e appassionante, offrendo una panoramica dettagliata dell’Universo e dei corpi celesti, rendendo l’esperienza unica e indimenticabile.

anzi planetario
Il planetario di Anzi

Scopri gli affreschi della Cappella di Santa Maria

A breve distanza dall’Osservatorio Astronomico si trova la suggestiva Cappella di Santa Maria, un antico edificio religioso noto in passato come Madonna della Seta, fondato dai monaci basiliani. L’interno della chiesetta ospita una serie di affreschi a tema biblico di Giovanni Todisco, risalenti al 1559, ancora perfettamente conservati e che meritano una visita.

L’esterno della cappella, invece, offre uno spettacolo unico sulla vista del borgo sottostante e sulla valle incorniciata dalle maestose montagne del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese. Non perdete l’occasione di scattare qualche foto per catturare la bellezza del panorama circostante.

Gli affreschi della Cappella di Santa Maria
Gli affreschi della Cappella di Santa Maria di Anzi

Immergiti nella natura del lago di Camastra

A soli 10 km da Anzi si trova il Lago di Camastra, anche conosciuto come Lago di Ponte Fontanelle. La sua vista è facilmente visibile dalla cima del paese e si presenta come un bacino artificiale creato dalla Diga di Camastra. Il lago si mostra come uno splendido specchio d’acqua di colore azzurro, circondato da rigogliosi boschi dove è possibile passeggiare e ammirare il paesaggio.

Tra le particolarità del lago, spicca il famoso “ponte sommerso“, un ponticello di pietra sul versante nord che scompare sotto l’acqua durante la piena della diga. Inoltre, il lago offre la possibilità di pescare trote, carpe e persici reali.

Il lago di Camastra
Il lago di Camastra

Il Presepe Poliscenico

Se siete alla ricerca di un’esperienza culturale, non potete perdere il Presepe Poliscenico di Anzi, conservato all’interno dell’ex canonica in via Vittorio Emanuele. Questo presepe stabile è lungo 13 metri e profondo circa 3,5 metri, riproduce dieci scene che vanno dall’Annunciazione di Maria all’Infanzia di Gesù ed è considerato il quarto in Europa per grandezza.

L’opera è stata realizzata con gesso e materiali di recupero da artisti locali che hanno utilizzato circa 3.500 tegole in miniatura per i tetti e più di 2.700 terminali di fibra ottica per riprodurre alcune costellazioni. Il livello di dettaglio e l’attenzione al particolare lo rendono un’opera d’arte unica nel suo genere.

Assapora l’autentica lucina locale di Anzi

La cucina tradizionale di Anzi è un tripudio di sapori genuini e semplici, basati principalmente sui prodotti locali. Tra le prelibatezze di questa terra non si possono non menzionare i cavatelli “a quattro dita” e i fusilli al rafano, entrambi fatti in casa e da gustare nei locali tipici come il Ristorante Iris. Questo locale, specializzato nella cucina lucana tradizionale, offre anche una rielaborazione moderna dei piatti, regalando un’esperienza culinaria completa.

Un’altra perla della cucina anzese è Il cielo in una stanza, un’osteria che si distingue per l’utilizzo di prodotti a km 0. Qui si possono gustare piatti tipici della cucina locale, tra cui spiccano le deliziose pizze con 72 ore di lievitazione e ingredienti come i peperoni cruschi.

Se si cerca un’esperienza autentica, il Ristorante Pizzeria San Donato è la scelta ideale. Qui si possono assaporare i sapori della tradizione, dalla pasta fatta in casa alla carne alla brace. Agrisarli, invece, è una pizzeria che si contraddistingue per l’utilizzo di prodotti freschi e di alta qualità.

In sintesi, se si desidera scoprire i segreti della cucina anzese, questi locali sono un’ottima scelta per assaporare la genuinità e l’autenticità dei prodotti locali.

Immergiti nella natura del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val D’Agri Lagonegrese

Anzi è una delle gemme del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val D’Agri Lagonegrese, un luogo mozzafiato per la vastità e la bellezza dei panorami che offre. Grazie alla sua posizione privilegiata, il borgo è un’ottima base per esplorare il parco e godersi tutte le attività all’aperto, tra cui escursioni a piedi, in bici e molto altro ancora.

Tra le escursioni più consigliate, c’è quella nei vicini boschi di Rifreddo e Sellata, dove è possibile immergersi completamente in un ambiente naturale e incontaminato. In queste foreste si possono scoprire paesaggi mozzafiato, con boschi lussureggianti, ruscelli cristallini e panorami spettacolari.

Anzi è un vero paradiso per gli amanti della natura, un luogo dove è possibile rilassarsi e rigenerarsi completamente. I visitatori possono esplorare i dintorni a piedi o in bicicletta, godendosi tutto ciò che la natura ha da offrire in questa parte della Basilicata.

Dormi nel bosco

Immersi nella natura incontaminata del bosco di Rifreddo, potrete vivere una vacanza davvero unica presso La Casa nel Bosco, un villaggio turistico composto da piccole e caratteristiche baite di legno, dotate di ogni comfort e situati tra gli alberi. Le baite, di circa 50 mq, offrono un’esperienza indimenticabile per chi cerca un soggiorno fuori dal comune. Il villaggio organizza escursioni guidate a piedi e a cavallo nel parco naturale, nonché tour nei dintorni, compresa la visita ad Anzi, un comune situato a soli 5 minuti di distanza.

La cucina del villaggio è tipica della regione lucana, e potrete gustare i piatti tradizionali lucani nel ristorante del villaggio. Inoltre, il villaggio offre numerose attività come piscina, campo da tennis, campo da calcetto, campo da basket e il divertente Parco dei Dinosauri, un parco a tema nel bosco con riproduzioni di dinosauri a grandezza naturale che hanno lasciato le loro impronte in Italia.

La casa nel bosco
La casa nel bosco

La festa di San Donato e i fuochi di San Antonio

Uno dei momenti più suggestivi per visitare Anzi è durante la festa di San Donato, il patrono del paese, che si svolge dal 5 all’8 agosto. La sera del 6 agosto, i fedeli conducono in processione la statua del santo alla luce delle fiaccole, dalla Chiesa Madre fino ad una piccola cappella a tre chilometri di distanza. Dopo una notte di veglia, l’effigie ritorna alla sua collocazione originaria. La festa è molto importante per la comunità di Anzi e le vie del paese si riempiono di colori ed euforia. Non perdete l’occasione di vivere un’esperienza unica immersi nella cultura locale.

Ad Anzi, un piccolo paese nella provincia di Potenza, la festa di Sant’Antonio è un evento imperdibile per gli amanti delle tradizioni locali. Questa celebrazione, che ha luogo ogni 12 giugno, vede i giovani del paese raccogliere grandi quantità di ginestre già dal mese di maggio, per poi accenderle in grandi falò in ogni quartiere del paese, bloccando gli accessi. Durante la festa, gruppi di ragazzi portano in processione la “guglia”, una statua lignea del santo, e la fanno ballare davanti ai fuochi accesi al ritmo della musica. Quando le fiamme si spengono, attraversano i falò ballando e festeggiando fino a tarda notte. La festa di Sant’Antonio è una celebrazione antica e molto sentita dalla comunità locale, dove balli, musica e buon cibo si fondono in un’atmosfera di gioia e divertimento.

Lascia un commento