Avigliano: le 10 esperienze imperdibili da fare

Francesco Centorrino

avigliano

Di seguito una guida esauriente e approfondita tutta per voi delle 10 esperienze da non perdere ad Avigliano.

Se cercate una vacanza rilassante, immersa nella natura, tra sapori autentici e tradizioni secolari, Avigliano è la meta ideale. A breve distanza da Potenza, il paese e le sue numerose frazioni sono un tesoro di bellezze incorniciate da paesaggi naturali di rara bellezza.

avigliano
La vista di Avigliano

Un salto nel passato al Castello di Lagopesole

L’attrazione più rinomata di Avigliano è l’imponente Castello di Lagopesole, situato nella frazione omonima. Questa fortezza fu eretta per volere di Federico II di Svevia e si erge maestosa su un’altura che domina la Valle di Vitalba. Esplorare il castello quadrangolare, le sue torri, i cortili e la cappella è affascinante e consente di compiere un vero salto nel passato. All’interno è possibile visitare anche l’Antiquarium, un’esposizione di reperti medievali rinvenuti durante i lavori di restauro della fortezza.

Il castello di Lagopesole
Il castello di Lagopesole

Ammirare gli edifici storici del centro di Avigliano

Passeggiando per il centro di Avigliano, si scoprono antichi quartieri e suggestivi palazzi. Con i loro portali in pietra e decorazioni geometriche e floreali, questi edifici risalenti tra il XIV e il XVII secolo sono tra le peculiarità più affascinanti del paese. Tra i più notevoli si annoverano palazzo Doria, palazzo Corbo e palazzo Salinas. Di particolare interesse è anche palazzo Palomba, antica dimora dell’omonima famiglia in cui spicca ancora oggi la torre dell’orologio.

Assaporare i prodotti locali alla Sagra del Baccalà

Il baccalà, merluzzo essiccato e salato, è il prodotto più celebre e apprezzato di Avigliano. Un tempo, era l’unico pesce disponibile per i paesi montani. Oggi, questa specialità è al centro di un evento dedicato, la Sagra del Baccalà, che si svolge alla fine di agosto. Questa manifestazione rappresenta un’ottima occasione per scoprire la tradizione culinaria legata a questo piatto e agli altri prodotti tipici impiegati nella sua preparazione, come le olive e i deliziosi peperoni cruschi.

Esplorare il museo del costume tipico di Avigliano

Nei vicoli di Avigliano si nasconde un segreto che racconta le antiche tradizioni dell’abbigliamento locale. L’artigiana del ricamo Annangela Lovallo ha infatti aperto un piccolo museo del costume tipico aviglianese accanto alla sua bottega, Il filo di Arianna. Il costume di Avigliano è molto famoso in Basilicata per la sua forma e i suoi colori vivaci. All’interno del museo, è possibile ammirare abiti storici e conoscere la storia di donne aviglianesi di diverse estrazioni sociali e culturali.

Un’escursione a cavallo presso il Centro Ippico Cavalieri di Bianca Lancia

Avigliano è circondato da una natura incantevole, e non c’è modo migliore di immergersi in essa che con un’escursione a cavallo. Il Centro Ippico Cavalieri di Bianca Lancia organizza splendide passeggiate nei boschi circostanti, adatte anche ai meno esperti. Inoltre, il centro dispone di un B&B con camere e appartamenti dove è possibile soggiornare in un ambiente naturale e sereno, ideale per rilassarsi.

Visita al Santuario della Madonna del Carmine di Avigliano

Situato su una collina panoramica, il Santuario della Madonna del Carmine è meta di pellegrinaggio locale sin dal 1964, e la statua custodita al suo interno viene ancora portata in processione per otto chilometri fino al paese ogni 16 luglio. L’edificio in sé non presenta particolari attrattive, ma dalla sua ampia terrazza si gode di una vista mozzafiato sul Monte Vulture e sui Laghi di Monticchio. Per un ricordo speciale, includete una visita al Santuario nel vostro itinerario.

Il santuario della Madonna del Carmine

Degustare i piatti tradizionali all’Osteria Al Borgo

Avigliano è sinonimo di buona cucina, e non c’è posto migliore per assaporarne i gusti più autentici dell’Osteria Al Borgo. In questo locale a conduzione familiare, il giovane Rocco Rosa, insieme a sua madre, reinterpreta le ricette tradizionali di Avigliano. Con i suoi menù degustazione, lo chef propone sapori antichi preparati con tecniche moderne, frutto delle sue esperienze nei ristoranti del nord Italia. Da provare il celebre Baccalaj cu gli peprinij rosica rosica, ovvero il baccalà aviglianese con i peperoni cruschi.

Partecipare alle rievocazioni storiche dedicate a Federico II

Gli abitanti di Avigliano tengono molto alla loro storia e, nel corso dell’anno, organizzano diverse celebrazioni rievocative. La più caratteristica è Alla Corte di Federico, manifestazione dedicata all’imperatore Federico II di Svevia, durante la quale ogni stanza del Castello di Lagopesole si anima di figuranti che evocano l’epoca in cui il maniero era ancora abitato. Il programma include giochi medievali, prove di tiro con l’arco, spettacoli con sbandieratori, giocolieri, sputafuoco e danzatori, esibizioni di falconeria e laboratori per bambini.

Ammirare i Quadri viventi

Ad Avigliano, la prima domenica di agosto, potrete assistere a un evento locale molto particolare: i Quadri viventi. Si tratta di un festival in cui i cittadini si trasformano in figuranti per ricreare quadri famosi, in base alla loro somiglianza con i soggetti rappresentati. La Pro Loco sceglie ogni anno un tema diverso e artisti locali e membri di associazioni culturali assegnano le opere ai partecipanti e realizzano i costumi interamente a mano. L’evento è talmente caratteristico che ha attirato più volte l’attenzione dei media televisivi.

Soggiornare in un caratteristico B&B

Se desiderate alloggiare direttamente nel borgo, la scelta ideale è un bed & breakfast nel centro storico, base perfetta per visitare Avigliano e le bellezze circostanti. L’Arco si rivela un’ottima opzione: situato all’interno di un palazzo storico nella centrale Piazza Gianturco, si trova a pochi passi anche da “lu bèll’ v ré'”, suggestivo punto panoramico sul borgo. Comfort, eleganza e ospitalità sono garantiti in questo B&B, per una vacanza che vi farà sentire come a casa.

Leggi anche:

Lascia un commento