Roccanova: Tesori Medievali e Delizie Gastronomiche

Francesco Centorrino

Roccanova

Roccanova, incastonata a 648 metri di altitudine nei dintorni del maestoso Parco del Pollino, è un gioiello della Basilicata che merita di essere scoperto. Con i suoi circa 1340 abitanti, questo affascinante borgo è rinomato per la produzione del Grottino di Roccanova D.O.P., un vino pregiato che porta con sé secoli di tradizione e cultura enologica. Tuttavia, c’è molto di più da esplorare in questa località, ricca di storia, arte e autentiche delizie culinarie.

Passeggiata nel Cuore Medievale di Roccanova

Iniziare l’esplorazione di Roccanova significa immergersi nel suo affascinante centro storico. Qui, le strette viuzze e i pittoreschi vicoli conducono a scoperte sorprendenti. Dal quartiere Manca, con le sue grotte del vino che conducono alla suggestiva Piazza del Popolo, fino al rione “Casale”. Qui si ergono i suoi sontuosi palazzi signorili, ogni angolo racconta una storia di antichi splendori. Imperdibile è Palazzo Fortunato, gioiello del XIX secolo dichiarato bene culturale, e il suggestivo belvedere di Piazza Castello, che offre panorami mozzafiato sulla campagna circostante.

Tesori Storici e Artistici di Roccanova

Un’autentica meraviglia storico-artistica di Roccanova è rappresentata dalla Meridiana di Telfi, un orologio solare inciso su un’antica torre nella vivace Piazza del Popolo. Risalente al 1864, questo straordinario manufatto è adornato da simboli zodiacali che segnano il passare delle stagioni, offrendo un viaggio nel tempo attraverso la sua bellezza intramontabile.

Alla Scoperta delle Radici

Tra le vie principali del borgo sorge il Monumento a Vincenzo Mendaia, figura di spicco legata indissolubilmente alla storia di Roccanova. Magistrato di fama nazionale e primo presidente della Corte d’appello di Firenze, Mendaia ha lasciato un’impronta indelebile nel tessuto sociale e culturale della sua amata terra, dimostrando un profondo attaccamento alle sue radici.

Un Viaggio tra Sacro e Profano

Le chiese di Roccanova, nonostante le molteplici trasformazioni subite nel corso dei secoli, custodiscono ancora il fascino di un passato ricco di devozione e spiritualità. Dalla maestosa Chiesa di San Nicola di Bari, risalente al XII secolo e riedificata dopo il terremoto del 1857, alla suggestiva Chiesa di San Rocco, dedicata al patrono del paese, ogni visita è un viaggio tra sacro e profano.

Il Gusto di Roccanova

Ma Roccanova non è solo storia e arte: è anche sapori autentici e genuini. Il Grottino di Roccanova D.O.P. rappresenta il fiore all’occhiello dell’enogastronomia locale, con il suo metodo di invecchiamento nelle antiche grotte del vino che conferisce al prodotto un sapore unico e inconfondibile. Oltre al vino, il territorio offre una vasta gamma di prelibatezze, dal tartufo bianco e nero all’olio extravergine d’oliva, testimoni dell’antica tradizione culinaria di questa terra.

Tesori Naturali e Panorami Mozzafiato

La bellezza di Roccanova si estende anche oltre i confini del centro abitato, abbracciando una natura incontaminata e paesaggi mozzafiato. Gli oliveti secolari, i vigneti rigogliosi e i suggestivi calanchi offrono uno spettacolo unico, arricchendo il panorama con la loro bellezza selvaggia e incontaminata.

Un’Esperienza per i Sensi

Infine, un viaggio a Roccanova non sarebbe completo senza una degustazione dei suoi prodotti da forno e di pasticceria, autentici capolavori di arte e tradizione. Dai biscotti all’olio di oliva e finocchio alle sfiziose friselle, passando per i cantucci e i biscotti a base di vino rosso e mosto costo, ogni morso è un’esperienza per i sensi da non perdere.

In sintesi, Roccanova è molto più di un semplice borgo in provincia di Potenza. E’ un viaggio nel tempo, alla scoperta di tesori nascosti e sapori autentici che conquistano il cuore e il palato di chiunque abbia il piacere di visitarla.

Lascia un commento