Una Guida Completa a Grottole: 10 Cose da Fare e Vedere

Francesco Centorrino

Grottole

Grottole, il borgo rurale arroccato su un colle a 480 metri di altezza, si erge come un tesoro nascosto nella regione, a soli 30 km da Matera. Questo antico centro, quasi dimenticato, ha conosciuto una rinascita grazie a un ambizioso progetto di recupero, e oggi accoglie i visitatori con il suo fascino e i ritmi slow.

1. Esplora il Castello Sichinulfo DI Grottole

Al culmine della collina della Motta, il Castello Sichinulfo domina il borgo di Grottole con la sua maestosa imponenza. Fondato dall’omonimo principe longobardo di Salerno nell’851, questo castello offre una testimonianza straordinaria del passato di Grottole. Con la sua torre centrale a base quadrata, le affascinanti sale e un imponente camino ornato di splendidi stucchi, una visita qui può sembrare un viaggio nel tempo. Nel 2018, il regista Giovanni Veronesi ha scelto questo castello come location per il suo film “I Moschettieri del Re”.

2. Soggiorna nel Centro Storico DI Grottole alla Wonder Casa

Grottole è uno dei Borghi Autentici d’Italia, e nulla può eguagliare l’esperienza di dormire tra le antiche viuzze del suo centro storico. Wonder Grottole, fondata nel 2018 con l’obiettivo di preservare il borgo e promuovere un turismo autentico e consapevole, offre l’opportunità di soggiornare nel cuore del paese alla “Wonder Casa”. I vostri ospiti, Silvio e Michela, saranno felici di condividere consigli su itinerari, segreti e tradizioni per rendere il vostro soggiorno un’esperienza indimenticabile.

3. Scopri l’Arte della Lavorazione dell’Argilla

Wonder Grottole organizza esperienze uniche per raccontare le arti e le tradizioni locali. Tra queste, “Al Tornio con Nisio” è un tour che vi condurrà alla scoperta dell’antica arte locale della lavorazione dell’argilla. Il nome Grottole deriva dalle “grotticelle,” dove gli artigiani plasmavano le loro opere. Durante il tour di 2 ore, visiterete il laboratorio storico di Nisio Lopergolo, uno degli ultimi ceramisti del paese, che condividerà i suoi segreti e vi guiderà nella creazione di piccoli manufatti tipici della tradizione grottolese.

4. Passeggia tra le Vie della Città Vecchia

Dai circa 2.000 residenti di Grottole, solo 300 vivono nelle antiche casette del centro storico, che conta oltre 629 edifici abbandonati. Questo crea un affascinante labirinto di scale, edifici e vicoli da esplorare, tra cui le antiche casette a un piano chiamate “jrutt”. Lungo questo suggestivo percorso, scoprirete anche alcuni tesori architettonici di Grottole, tra cui il rione delle grotte, la Chiesa di S. Rocco e i resti della maestosa chiesa dedicata ai Santi Luca e Giuliano, rimasta incompiuta e chiamata “Diruta”.

5. Pedala lungo il Sentiero ad Anello del Bosco le Coste

Se sei un appassionato di mountain bike, puoi trascorrere una giornata indimenticabile percorrendo i 5 km del sentiero ad anello del Bosco le Coste. Questo percorso circolare si snoda all’interno dell’Oasi Naturale di San Giuliano, tra alberi maestosi, ed è adatto anche a passeggiate a piedi o a cavallo. Il sentiero è educativo, offrendo l’opportunità di conoscere meglio la natura circostante. Nell’area troverete anche una zona attrezzata con capanni per pic-nic illuminati, giochi per bambini e un punto ristoro.

6. Scopri i Misteriosi Ruderi della Torre di Altojanni

A circa 12 chilometri da Grottole, nei pressi del Santuario di Sant’Antonio Abate, puoi visitare un luogo avvolto nel mistero: la Torre di Altojanni. Questa torre si erge sui resti di una vera e propria città medievale, di cui oggi sono visibili i ruderi della costruzione difensiva, una chiesa e numerose fosse utilizzate per la conservazione degli alimenti. Questo insediamento venne abbandonato a metà del XV secolo e dimenticato fino a quando i suoi resti sono riemersi dal passato durante scavi effettuati tra il 2006 e il 2008.

7. Gusta i Piatti Tipici alla Trattoria Quaranta

La Trattoria Quaranta offre un’atmosfera genuina e semplice, con ricette della tradizione e un’accogliente atmosfera casalinga. La cucina locale è influenzata dai prodotti e dai sapori della terra, risultando in piatti come pasta fatta in casa condita con saporiti sughi, zuppe a base di legumi e ortaggi, e succulenti secondi di carne, una specialità del paese. Questi piatti e molto altro sono disponibili presso la Trattoria Quaranta, che offre anche una selezione di vini, salumi e formaggi di produzione propria, oltre a antipasti gustosi e paste rigorosamente fatte in casa, come le orecchiette al ragù di carne podolica.

8. Scopri il Vino e l’Olio di Grottole

Wonder Grottole offre altre due esperienze interessanti per gli amanti del vino e dell’olio. “Profumo di Bacco” è un tour dedicato al mondo del vino, dove potrete passeggiare tra vigneti storici e scoprire la produzione di vino biologico, con la possibilità di degustare i prodotti della zona, accompagnati da Silvio, giovane appassionato di agricoltura biologica. Se siete più interessati all’olio, un altro tesoro di Grottole, potete partecipare al tour “Tra gli Antichi Uliveti”. Giuseppe e Vincenzo vi sveleranno i segreti ereditati dal nonno e vi faranno assaporare la tipica “fedda rossa” e la bruschetta materana, fatta con pane tostato sulla brace, pomodoro, olio extravergine di oliva e sale.

9. Gusta la Carne da Podus

Grottole è famosa per la sua produzione locale di carne, un ingrediente chiave di molti piatti serviti presso Podus – Mangio dunque sono. Questo ristorante e agriturismo, immerso nel verde, è rinomato per la sua carne a km 0, allevata e trattata direttamente sul posto. Non potete perdervi la succulenta grigliata mista, ma il menu offre anche una selezione di vini, salumi e formaggi di produzione propria, oltre a antipasti deliziosi e paste rigorosamente fatte in casa, come le orecchiette al ragù di carne podolica.

10. Partecipa al Living Culture Festival

L’impegno di Wonder Grottole nel progetto di rivalorizzare il borgo passa anche attraverso l’organizzazione del Living Culture Festival. Questo festival sperimentale offre esperienze dal vivo e digitali, fungendo da laboratorio culturale per stimolare idee che mettano in relazione la realtà urbana e quella rurale. Il festival si svolge nel mese di agosto e presenta un ricco programma che comprende tour guidati, presentazioni letterarie, mostre e altre attività culturali. È un’opportunità unica per creare nuove strategie per valorizzare le imprese locali coinvolgendo direttamente la comunità.

In conclusione, Grottole è un gioiello nascosto della Basilicata che offre un’esperienza autentica e indimenticabile. Con le sue antiche tradizioni, la bellezza architettonica e la cultura vibrante, questo borgo è un vero tesoro da scoprire.

Rispondi