Corleto Perticara: 10 Cose da Fare e Vedere

Francesco Centorrino

Corleto Perticara

Se desiderate esplorare Corleto Perticara, un affascinante borgo in provincia di Potenza situato a 757 metri di altitudine nella Val d’Agri, siete nel posto giusto. Questa guida dettagliata vi condurrà attraverso le principali attrazioni e attività da non perdere in questa pittoresca località lucana. Scoprirete la ricca storia, l’architettura affascinante e i sapori autentici di Corleto Perticara.

1. Scoprire i Resti del Castello di Corleto Perticara

Iniziate la vostra visita a Corleto Perticara dal cuore del centro storico, piazza Plebiscito. Qui potrete ammirare i resti del castello feudale risalente al 1100, incorporati nell’attuale palazzo degli Uffici, sede del Municipio. All’interno del castello, potrete esplorare l’antica cisterna e la cella carceraria, che offrono uno sguardo nel passato affascinante di questo luogo.

2. Passeggiare nel Centro Storico di Corleto Perticara

Dopo aver esplorato piazza Plebiscito, immergetevi nel centro storico di Corleto Perticara. Le viuzze pittoresche, le scalinate e i larghi lastricati in pietra locale vi incanteranno. Non perdetevi l’Arco degli Insorti e godetevi la vista panoramica sulla valle del Sauro lungo il viottolo antistante gli undici archi in pietra.

3. Scattare una Foto alla Fontana Vecchia

Dirigetevi verso corso Pietro Lacava, a pochi passi da piazza Plebiscito, per scoprire la Fontana Vecchia, la prima fontana pubblica del paese, inaugurata nel 1863. Questo affascinante monumento in pietra squadrata conserva ancora le sue cinque cannule originali e i due abbeveratoi laterali. È il luogo perfetto per scattare foto ricordo e si trova vicino al Parco della Rimembranza, ideale per un momento di relax.

4. Visitare il Rione Costa

Il Rione Costa è un luogo affascinante caratterizzato da case costruite su un solido costone roccioso. Le strette vie e le piccole abitazioni rendono questa zona unica. Non dimenticate di visitare la chiesetta di San Domenico con il suo campanile storico, risalente alla fondazione del borgo.

5. Entrare nella Chiesa di Santa Maria Assunta

Tra le chiese di Corleto Perticara, la Chiesa di Santa Maria Assunta è un luogo imperdibile. Dopo essere stata restaurata a seguito dei bombardamenti del 1943, la chiesa si presenta principalmente in stile romanico. L’interno è riccamente decorato con dipinti pregiati, soffitti affrescati e un antico coro in legno di noce. Il campanile, di ispirazione arabo-bizantina, aggiunge ulteriori elementi di fascino.

6. Gustare i Prodotti Tipici di Corleto Perticara

Non lasciate Corleto Perticara senza aver assaporato i suoi prodotti tipici. La cucina tradizionale offre prelibatezze come il formaggio pecorino, verdure selvatiche, legumi, ortaggi e pasta fatta in casa. Gli agriturismi locali, come il Madonna del Saulo, offrono piatti lucani preparati con prodotti locali e dell’azienda. Assaggiate i salumi, i formaggi, la pasta fresca e la carne alla griglia.

7. Dormire in Agriturismo

Gli agriturismi di Corleto Perticara non solo offrono cibo delizioso ma anche alloggi confortevoli in mezzo alla natura. La Bradia, situata a soli 2 chilometri dal paese, vi permette di immergervi tra gli ulivi in un paesaggio collinare e montuoso. La struttura offre 6 appartamenti indipendenti e opportunità di escursioni, passeggiate in bicicletta e raccolta delle olive.

8. Conoscere il Passato del Borgo

Le strade e le contrade di Corleto Perticara custodiscono punti d’interesse storico-culturale che raccontano le tradizioni più antiche del borgo. Potrete scoprire il “palmento,” utilizzato per la pigiatura dell’uva, la “calcara,” una fornace tradizionale per la produzione di calce, i ruderi dei mulini ad acqua e le “cave di gesso” in contrada Favaleto.

9. Una Gita alla “Pietra Iaccata”

Per immergervi nella natura, visitate la “Pietra Iaccata,” un’area boschiva incontaminata lungo la Strada Statale 103 di Val d’Agri. Questo luogo prende il nome da una sorgente che sgorga da una fenditura nella roccia a circa 1100 metri di altitudine. Potrete passeggiare tra boschi di querce e faggi ultracentenari lungo sentieri battuti e scalette di legno, godendo della bellezza della natura circostante.

10. Partecipare al Falò di San Giuseppe

Se visitate Corleto Perticara il 19 marzo, non perdete il Falò di San Giuseppe, una tradizione antica che celebra l’arrivo della primavera. Questo evento coinvolge l’accensione di un grande falò, degustazioni di prodotti tipici e le tipiche zeppole di San Giuseppe, accompagnate da concerti di musica locale. È un’occasione straordinaria per immergersi nella cultura e nella festa lucana.

Con questa guida completa a Corleto Perticara, avrete tutte le informazioni necessarie per esplorare questo incantevole borgo lucano. Scoprirete la sua storia affascinante, l’architettura pittoresca e i sapori autentici che rendono Corleto Perticara un gioiello nascosto nella Val d’Agri. Non dimenticate di esplorare ogni angolo di questa affascinante località e godere di un’esperienza indimenticabile.

Rispondi