Pietragalla: Un Viaggio nell’Incanto del Borgo Lucano

Francesco Centorrino

Pietragalla

Benvenuti a Pietragalla, un affascinante borgo lucano con circa 3.000 abitanti, situato tra le maestose montagne a soli 20 km da Potenza. Questo pittoresco villaggio ha una lunga storia da raccontare, caratterizzato da vicoli pittoreschi e importanti resti archeologici. Inoltre, Pietragalla è famosa per il suo Parco dei Palmenti, un luogo affascinante e unico dove le antiche cantine-grotta sono ancora utilizzate per conservare il vino.

1. Visitare i Palmenti di Pietragalla

Nel cuore di Pietragalla, l’attrazione principale è il Parco dei Palmenti, noto localmente come “rutte”. Queste casette di pietra, con tetti coperti di vegetazione, risalgono al XIX secolo e sono scavate nella roccia. Ancora oggi, vengono utilizzate per la conservazione del vino. I Palmenti accolgono i visitatori all’ingresso del paese, creando un’atmosfera fiabesca unica. Un vero e proprio viaggio nel tempo per gli amanti del vino!

2. Scoprire il Centro Storico di Pietragalla

Dopo aver esplorato il Parco dei Palmenti, concedetevi una passeggiata nel centro storico di Pietragalla. Questa zona è un labirinto di vicoletti e archi che si inerpicano fino al punto più alto del borgo, offrendo scorci caratteristici e fotogenici. Tra i punti di interesse, trovate la chiesa madre dedicata a San Nicola di Bari e l’antico castello, oggi conosciuto come Palazzo Ducale. Questa affascinante struttura è divisa in due parti, una originale risalente al 1100 e l’altra risalente al XV secolo, e merita sicuramente una visita approfondita.

3. Gustare i Sapori Tipici di Pietragalla

Nel cuore di Pietragalla, dimenticatevi della cucina sofisticata e immergetevi nella tradizione popolare, caratterizzata da sapori autentici e decisi. Assaggiate il “migliatieddo,” un tipico involtino di agnello, o i “maccaron c’ la mddea,” una pasta casereccia condita con mollica di pane. Per una vera esperienza culinaria, vi consigliamo di pranzare presso La Saittera, una taverna tradizionale situata tra i vicoli del borgo. Gestita da una famiglia locale, vi delizierà con autentiche prelibatezze e un’atmosfera conviviale.

4. Trekking tra i Reperti Archeologici a Monte Torretta

Per gli amanti della natura e della storia, Monte Torretta è una destinazione da non perdere. Situata a pochi chilometri da Pietragalla, questa area offre piacevoli passeggiate nei boschi e la possibilità di esplorare i resti di un insediamento fortificato risalente alla metà del IV secolo a.C. Potrete ammirare le antiche mura costruite con blocchi di arenaria e scoprire numerosi reperti, ora conservati presso il Museo Archeologico Provinciale di Potenza.

5. Partecipare al Festival “CantinArte”

Ogni anno, ad agosto, Pietragalla si trasforma in un palcoscenico di cultura, arte, musica ed enogastronomia grazie al festival “CantinArte.” Questo evento mira a promuovere e valorizzare il territorio e le sue tradizioni, offrendo un percorso artistico-culturale e un’esperienza enogastronomica unica. Potrete passeggiare tra le storiche cantine scavate nella roccia, gustando le specialità locali e regionali, mentre vi godrete spettacoli artistici e musicali.

6. Stuzzichini Lucani da VialeQuaranta9 (Romaniello)

Per uno spuntino delizioso tra le vostre passeggiate, fermatevi a VialeQuaranta9 (Romaniello). Questo bar e trattoria offre prelibatezze a base di prodotti locali, come taglieri di salumi e formaggi eccezionali, piatti come il baccalà e i peperoni cruschi, e deliziosi panini con hamburger. La specialità del locale è la “strazzata,” una focaccia spessa ripiena di prodotti tipici, come peperoni cruschi di Senise, capocollo lucano e stracciatella, oppure con prosciutto crudo e provolone.

7. Scoprire la Casa-Museo della Civiltà Contadina

Se siete interessati a scoprire la storia di Pietragalla, non perdetevi la visita alla casa-museo della civiltà contadina. Situata all’interno di un’antica abitazione, questa esposizione offre uno sguardo autentico nel passato, mostrando oggetti di uso comune dei contadini dell’antichità e raccontando come si viveva nei borghi montani come Pietragalla.

8. Gita al Santuario della Dea Mefite

A pochi chilometri da Pietragalla, potete visitare un importante sito archeologico nella località di Rossano di Vaglio: il santuario dedicato alla dea Mefite. Questo luogo di culto risale al II secolo a.C. ed è dedicato alla divinità lucana per eccellenza, considerata la protettrice delle sorgenti, dei campi e della fecondità. Grazie agli scavi effettuati, oggi è possibile ammirare i resti dell’altare, del lastricato centrale e di vari ambienti nell’area meridionale del santuario.

9. Una Giornata a Potenza

Pietragalla, grazie alla sua posizione strategica, è anche un’ottima base per esplorare il territorio circostante. Vi consigliamo di dedicare una giornata alla scoperta di Potenza, distante solo 20 km dal borgo montano. Durante la vostra visita, non perdetevi la Cattedrale di San Gerardo della Porta, un monumento dedicato al patrono della città. Potrete anche passeggiare lungo Via Pretoria, ammirare il Teatro Stabile e gustare la deliziosa gastronomia potentina.

10. Passeggiata al Lago di Acerenza

Un’altra gita piacevole da Pietragalla vi porterà al Lago di Acerenza, a soli 12 km di distanza. Questo grande bacino artificiale è stato creato da una diga che ha bloccato il corso del fiume Bradano. Il lago offre l’opportunità di trascorrere del tempo immersi nella natura, praticare il birdwatching dal casotto rurale situato sul lato est, pescare sportivamente o esplorare i dintorni in bicicletta e-bike disponibili in affitto.

Pietragalla è un tesoro nascosto della Basilicata, un luogo che offre una combinazione unica di bellezze naturali, storia, cultura e cucina tradizionale. Questo viaggio nell’incanto del borgo lucano vi farà scoprire la ricchezza di una regione ricca di tradizioni e meraviglie da esplorare.

Lascia un commento