Cosa vedere a Matera, il borgo lucano patrimonio UNESCO

Per scoprire cosa vedere a Matera ecco delle informazioni utili per pianificare il vostro viaggio per visitare la nota città della Basilicata. Considera che ci sono tante attrazioni nella Città dei Sassi e questa guida mostra le migliori da scoprire durante la vostra vacanza.

Quando visitare la città di Matera? Il borgo lucano patrimonio UNESCO è visitabile tutto l’anno, sebbene in piena estate il caldo potrebbe scoraggiare un tour della città. Tuttavia se vi trovate in vacanza durante i mesi più caldi dell’anno, consigliamo di attendere la sera o le prime luci dell’alba per poter godere sia della frescura ma anche delle atmosfere create dal sole. Inoltre, una volta calata la sera, la città si anima di gente pronta a godersi la vivacità dei locali di Matera.

Cosa vedere a Matera: le più belle attrazioni

Se ti stai chiedendo cosa vedere a Matera appena arrivati in città, allora dovete assolutamente attraversare la parte più moderna. Dalla stazione, infatti, è facile attraversare la parte del borgo più recente e ammirare le chiese barocche e i graziosi palazzi. Inoltre, le case sono accatastate l’una sull’altra con i tetti di alcuni che fungono da strade per quelli sopra.

Ma la particolarità di queste abitazioni è che sono scavate nella roccia. Quindi, il modo migliore per esplorare i quartieri Sasso Barisano e Sasso Caveoso, ad esempio, è sicuramente a piedi. Ma per visitare la città senza annoiare i bambini e in maniera divertente, non possiamo che consigliarvi i servizi di ape car. L’ ape calessino, oltre ad essere uno dei simboli dell’Italia nel mondo, è uno dei mezzi più utilizzati per le visite guidate in città. Sicuramente può essere un modo per rendere più divertente il tour alla scoperta di cosa vedere a Matera con la famiglia.

Quindi, ciò che rende unica la Città dei Sassi è passeggiare per le stradine. Il consiglio che assolutamente vi diamo è quello di osservare tutti i vicoli perché scoprirete spesso alcuni dei panorami più straordinari della bella Basilicata.

Via delle Beccherie e la Chiesa Rupestre di Santa Maria di Idris

Se camminate lungo Via Delle Beccherie, ci sono tanti piccoli scorci nascosti. Alcuni di questi sono completi di vasi di fiori a creare l’inquadratura perfetta mentre si osserva l’interno dei Sassi. Anche la salita alla Chiesa Rupestre di Santa Maria di Idris è molto bella. Si tratta di una particolare e minuscola chiesa scavata nella roccia in uno sperone roccioso rialzato verso il confine di Matera. La chiesetta è ornata da bellissimi affreschi e all’interno del complesso si trova anche una delle cripte più antiche della città.

La cripta è stata abbandonata per gran parte della sua storia ed è perfettamente conservata all’interno della roccia. Nell’Ottocento è stata inglobata con la Chiesa Rupestre di Santa Maria di Idris e tra le due è stato costruito un passaggio. Se notate bene, dall’esterno della chiesa potrete anche godere di alcune delle migliori viste sui Sassi, con vista panoramica sugli edifici in pietra che si arrampicano lungo il crinale. Dietro la chiesa, inoltre, potete anche vedere la Gravina di Matera, sui cui dirupi sorge proprio la città.

Sull’altro lato del burrone si possono vedere le grotte che un tempo sono state dimora dei primi abitanti di Matera oltre 7000 anni fa. Il consiglio è di evitare una visita durante il pomeriggio, poiché non è il massimo per la fotografia dato che il sole splende dietro i Sassi. Il momento migliore è certamente al mattino, quando il sole illumina i Sassi con una bellissima luce soffusa.

Chiesa Rupestre di Santa Maria di Idris
Chiesa Rupestre di Santa Maria di Idris

La Casa Grotta 

Se ti stai chiedendo cosa vedere a Matera di suggestivo, consigliamo di visitare una delle antiche abitazioni rupestri sparse per la città. Tra quelli meglio conservati e rinnovati c’è la Casa Grotta nei Sassi, nei pressi dei Sassi della Chiesa Rupestre di Santa Maria di Idris. 

Un tour della dimora costa un paio di euro e sarete guidati da numeri sul pavimento e da un’audioguida che suona nella stanza. Impiegando meno di 30 minuti, è un ottimo modo per spezzare la giornata e avere una visione perfetta di come vivevano i cittadini di Matera prima degli anni ’50. Le grotte mantengono una temperatura fresca, quindi sono un buon modo per sfuggire al caldo durante i mesi più torridi.

Casa Grotta nei Sassi di Matera
Casa Grotta nei Sassi di Matera

Il Belvedere di Murgia Timone

Una cosa da vedere a Matera di straordinario è sicuramente il canyon ai margini di Matera. Qui sorgono varie grotte rupestri abitate dai primi uomini che si sono fermati nella zona. In cima al burrone c’è una delle viste più belle su Matera e sui Sassi.

L’escursione al Belvedere di Murgia Timone è relativamente semplice e offre l’occasione di poter avvistare alcuni esemplari di rari rapaci che costituiscono la fauna del posto. Salendo la collina verso il Belvedere, le grotte presenti includono i resti di villaggi e cimiteri preistorici del Neolitico, nonché chiese di epoca relativamente moderna.

Raggiunto il Belvedere, i panorami di Matera sono così incredibili tanto da essere stati scelti anche come location per riprese cinematografiche per film come Il Vangelo secondo Matteo di Pasolini e La Passione di Cristo di Mel Gibson.

Cosa vedere a Matera oltre ai sassi: i musei

Giungendo in via Fiorentini, troverete una delle attrazioni più interessanti di Matera: il Museo Laboratorio della Civiltà Contadina. Con i suoi oltre 500 m² è considerato il più grande museo del sud Italia di questo genere. Al suo interno è possibile ammirare tantissime riproduzioni di botteghe con gli oggetti che venivano usati dagli antichi artigiani di Matera. Sicuramente un modo davvero unico per scoprire la città della Basilica in tutti i suoi aspetti.

Inoltre, consigliamo assolutamente una visita al Museo della Scultura Contemporanea (MUSMA). Al suo interno sono presenti sculture moderne poste in angoli e fessure di un palazzo rupestre del XVII secolo. È un ambiente straordinario e suggeriamo una visita anche a chi non è appassionato all’arte contemporanea.

museo della civiltà contadina di matera
Il Museo Civiltà Contadina di Matera

Mangiare la focaccia di Matera al Panificio Paoluccio

Per gli amanti della gastronomia lucana, tra le cose da vedere a Matera sicuramente non può mancare una visita al noto forno Paolucci. La piccola panetteria è modesta, con il suo negozio incastonato tra altri due edifici. Tuttavia, una volta dentro vi troverete di fronte ad una serie di prelibatezze. Insieme al noto pane, il panificio è famoso per la sua focaccia alla materana. La sua particolarità è che non è alta come le altre ed è ricoperta da una deliziosa salsa di pomodoro, che le conferisce un aspetto più da pizza ma gustoso. Venduta al quartiere, il rustico è lo spuntino o il pranzo da asporto perfetto secondo gli abitanti e i visitatori!

Come ben sai, Matera produce alcuni dei pani più eccezionali d’Italia, se non del mondo. Il pane più antico e importante a noi noto oggi è prodotto IGP e si produce da centinaia di anni se non millenni. Simile a un pane a lievitazione naturale, per la sua produzione sono utilizzati cereali antichi, lieviti e acqua locale. Il colosso di una pagnotta nasce da un fermento lento e freddo che è possibile solo grazie alle temperature costantemente fresche delle grotte rupestri. Questo pane è disponibile solo a Matera per le sue regole ferree e la ricetta e le modalità di fermentazione sono tutte tutelate dalla legge.

Cosa vedere a Matera dal tramonto alla notte

Matera è meravigliosa durante il giorno ed emana una bellezza che vi lascerà sbalorditi, tuttavia, quando il sole inizia a tramontare esce un lato diverso della Città dei Sassi.

Con l’arrivo delle ore d’oro, gli edifici sono immersi in una bellissima luce calda, perfetta per uno scatto fotografico prima di cena. Ecco che così arriviamo a Matera di notte, dopo il sole che tramonta, le sfumature rosate del cielo contrastano magnificamente fino a quando finalmente l’oscurità si fa buio e le luci della città si accendono. I lampioni arancioni brillano di calore nei vicoli e sugli edifici che si arrampicano sulle colline dei Sassi.

Tutte quante le migliori viste della città di notte provenivano dal basso nei Sassi per apprezzare tutta la loro bellezza. Di notte, scoprirete che la città si anima e non è più troppo calda. Le strade diventano piene di gente che si riversa sui marciapiedi a gustare gelati e prelibatezze lucane serviti fino alle prime ore del mattino.

Ci sono molte cose fantastiche da fare e vedere a Matera che noi di Ilmioviaggioinbasilicata non vediamo l’ora di mostravi.

Rispondi